American Psychiatric annual meeting
EPA 2017
WPA XVII World cogress psychiatry berlin 2017

L’iniezione di compresse di Buprenorfina può causare ictus cerebrale embolico


Le persone che si drogano, e che dissolvono o iniettano compresse di Buprenorfina ( Subutex ) per via parenterale, potrebbero essere a rischio di complicanze tromboemboliche gravi o morte.

Un gruppo di medici del National Neuroscience Institute di Singapore hanno descritto pazienti con complicanze neurologiche dopo iniezione di compresse di Buprenorfina.

Sette uomini hanno mostrato complicazioni neurologiche dopo iniezione di compresse di Buprenorfina.

In 5 pazienti, sono state osservate piccole lesioni multiple iperintense nella corteccia, nella materia bianca e nei gangli basali dell'emisfero cerebrale; un paziente ha mostrato una piccola singola lesione.

Il lato dell’anomalia alla risonanza magnetica per immagini corrispondeva al lato dei segni dell'ago sul collo ad eccezione di 1 paziente che aveva iniezioni bilaterali.

Un paziente che ha negato di aver effettuato l'iniezione sul collo ha mostrato anomalie nel territorio dell'arteria cerebrale mediana su un lato e occlusione dell'arteria carotidea interna controlaterale.

In conclusione, le compresse di Buprenorfina possono essere iniettate intenzionalmente o inavvertitamente nell'arteria carotidea, causando un caratteristico aspetto alla risonanza magnetica per immagini pesata in diffusione, compatibile con l’infarto cerebrale embolico. ( Xagena2009 )

Lim CC et al, Neurology 2009; 73: 876-879


Psyche2009 Neuro2009



Indietro