Forum Psichiatrico
Disturbo da uso di oppioidi
GL Pharma
Xagena Mappa

Autolesionismo e suicidio durante e dopo il trattamento con agonisti degli oppioidi tra i pazienti di cure primarie in Inghilterra


Le prime 4 settimane dopo l'inizio e la cessazione del trattamento con agonisti degli oppioidi per la dipendenza da oppioidi sono associate a un aumentato rischio di mortalità per tutte le cause e di sovradosaggio.
Si è determinato se il tasso di autolesionismo e suicidio tra le persone a cui è stato prescritto un trattamento con agonisti degli oppioidi differisca durante l'inizio, la cessazione e il resto del tempo di trattamento ON e OFF.

È stato condotto uno studio di coorte retrospettivo e sono stati utilizzati i dati sanitari del CPRD ( Clinical Practice Research Datalink ) del Regno Unito, collegati ai dati sulla mortalità e sul ricovero ospedaliero, per gli adulti di età tra 18 e 75 anni all'ingresso della coorte, a cui era stato prescritto un trattamento con agonisti degli oppioidi almeno una volta nell’assistenza primaria in Inghilterra tra il 1998 e il 2018.

Sono stati stimati i tassi e i rapporti di rischio aggiustati ( aRR ) di ricoveri ospedalieri per autolesionismo e morte per suicidio, confrontando il tempo durante e dopo il trattamento, nonché confrontando i periodi stabili di tempo durante il trattamento con l'inizio, la cessazione del trattamento e il tempo residuo con trattamento OFF.

Tra il 1998 e il 2018, 8.070 pazienti ( 5.594 uomini, 69.3%, e 2.476 donne, 30.7% ) hanno ricevuto 17.004 episodi di trattamento con agonisti degli oppioidi in 40.599 anni-persona.
I pazienti erano principalmente di etnia bianca ( 7.006 pazienti, 86.8% ).
Durante il periodo di studio si sono verificati 807 episodi di autolesionismo ( 1.99 per 100 anni-persona ) e 46 suicidi ( 0.11 per 100 anni-persona ).

Il tasso complessivo di mortalità per suicidio standardizzato per età e per sesso è stato 7.5 volte nella coorte di studio rispetto alla popolazione generale.
Il trattamento con agonisti degli oppioidi è stato associato a un ridotto rischio di autolesionismo ( aRR nei periodi con trattamento OFF 1.50 ), ma non è stato significativamente associato al rischio di suicidio ( aRR nei periodi con trattamento OFF 1.21 ).

Periodi stabili di trattamento con agonisti degli oppioidi sono associati a un ridotto rischio di autolesionismo, sottolineando l'importanza di migliorare la ritenzione dei pazienti in trattamento.
Il primo mese successivo all'interruzione del trattamento con agonisti degli oppioidi è un periodo di aumentato rischio di suicidio e autolesionismo, durante il quale è necessario un ulteriore supporto psicosociale. ( Xagena2022 )

Padmanathan P et al, Lancet Psychiatry 2022; 9: 151-159

Psyche2022 Farma2022


Indietro