EPA 2017
WPA XVII World cogress psychiatry berlin 2017
American Psychiatric annual meeting
Xagena Mappa

Impianti di Buprenorfina per il trattamento della dipendenza da oppioidi


I limiti degli attuali trattamenti farmacologici per la dipendenza da oppioidi includono bassa aderenza, uso improprio dei farmaci ( la medication diversion, ossia uso da parte del paziente di farmaci non-prescritti direttamente per quella persona ), e insorgenza di sintomi da abbandono.

Uno studio ha determinato l'efficacia di impianti di Buprenorfina ( Probuphine ) che fornisce un livello basso e stabile del farmaco per 6 mesi per il trattamento della dipendenza da oppioidi.

Lo studio randomizzato, placebo-controllato e della durata di 6 mesi è stato condotto in 18 Centri negli Stati Uniti nel periodo 2007-2008.

Sono stati coinvolti 163 adulti, di età compresa tra 18 e 65 anni e con diagnosi di dipendenza da oppioidi, 108 dei quali sono stati randomizzati a ricevere impianti di Buprenorfina e 55 a ricevere impianti di placebo.

Dopo l'induzione con compresse di sublinguali di Buprenorfina e Naloxone, i pazienti hanno ricevuto 4 impianti di Buprenorfina ( 80 mg per impianto ) o 4 impianti di placebo.

Un quinto impianto è stato messo a disposizione in caso fosse stata superata una soglia di uso di salvataggio del trattamento sublinguale di Buprenorfina-Naloxone.

La principale misura di esito era la percentuale di campioni di urine negativi per oppioidi illeciti nelle settimane da 1 a 16 e da 17 a 24.

Il gruppo con impianto di Buprenorfina ha mostrato più campioni di urine negativi per oppioidi illeciti nelle settimane da 1 a 16 ( P=0.04 ).

I pazienti con impianti di Buprenorfina hanno mostrato una percentuale media di campioni di urina negativi per oppioidi illeciti nelle settimane da 1 a 16 di 40.4% e una percentuale mediana di 40.7%; mentre quelli del gruppo placebo hanno mostrato una media di 28.3% e una mediana di 20.8%.
Un totale di 71 pazienti su 108 ( 65.7% ) che avevano ricevuto impianto di Buprenorfina hanno completato lo studio contro 17 su 55 ( 30.9% ) di quelli con impianto di placebo ( P minore di 0.001 ).

Le persone che avevano ricevuto impianto di Buprenorfina, inoltre, hanno mostrato meno sintomi da abbandono rilevati dai medici ( P minore di 0001 ) e dai pazienti ( P=0.004 ), minor desiderio di droga ( P minore di 0.001 ) e sono andati incontro a un cambiamento maggiore per quanto riguarda la valutazione clinica globale della gravità della dipendenza da oppioidi ( P minore di 0.001 ) e le altre valutazioni cliniche globali di miglioramento ( P minore di 0.001 ) rispetto a quelli che avevano ricevuto impianto di placebo.

I più comuni eventi avversi sono state le reazioni minori al sito di impianto: 61 pazienti ( 56.5% ) nel gruppo Buprenorfina e 29 ( 52.7% ) in quello placebo.

In conclusione, tra le persone con dipendenza da oppioidi, l'uso di impianto di Buprenorfina rispetto a quello di placebo ha portato a un minor utilizzo di oppioidi in un periodo di 16 settimane, come rilevato dai campioni di urina. ( Xagena2010 )

Ling W et al, JAMA 2010; 304: 1576-1583


Farma2010 Psyche2010





Indietro