Xagena Mappa
WPA XVII World cogress psychiatry berlin 2017
American Psychiatric annual meeting
EPA 2017

Naltrexone a rilascio prolungato per prevenire le ricadute da uso di oppioidi in trasgressori della legge


Naltrexone a rilascio prolungato ( Vivitrol ), una formulazione a rilascio prolungato mensile iniettabile dell’antagonista del recettore mu-oppioide, è efficace per la prevenzione delle recidive di dipendenza da oppiacei. I dati che supportano la sua efficacia nella popolazione di trasgressori della giustizia penale negli Stati Uniti sono limitati.

In uno studio in aperto, randomizzato, è stato confrontato un ciclo di 24 settimane di Naltrexone a rilascio prolungato con il trattamento abituale, composto da brevi consulenze e rinvii a programmi di trattamento in comunità, per la prevenzione delle recidive da uso di oppioidi tra adulti trasgressori della giustizia penale ( cioè persone coinvolte nel sistema di giustizia penale degli Stati Uniti ), che avevano una storia di dipendenza da oppioidi e una preferenza per trattamenti senza oppioidi piuttosto che per il mantenimento con oppioidi e che erano astinenti dagli oppiacei al momento della randomizzazione.

L'esito primario era il tempo a un evento di recidiva da uso di oppioidi, definito come 10 o più giorni di consumo di oppiacei in un periodo di 28 giorni valutato mediante auto-refertazione o mediante prove su campioni di urina ottenuti ogni 2 settimane; un campione positivo o mancante è stato calcolato come 5 giorni di consumo di oppiacei.

Il follow-up post-trattamento è avvenuto alle settimane 27, 52 e 78.

In totale 153 partecipanti sono stati assegnati a Naltrexone a rilascio prolungato e 155 al trattamento usuale.

Durante la fase di trattamento di 24 settimane, i partecipanti assegnati a Naltrexone a rilascio prolungato hanno avuto un tempo mediano più lungo alla ricaduta rispetto a quelli assegnati al trattamento usuale ( 10.5 vs 5.0 settimane, P minore di 0.001; hazard ratio, HR=0.49 ), un tasso più basso di recidiva ( 43% vs 64% dei partecipanti, P minore di 0.001; odds ratio, OR=0.43 ), e un più alto tasso di campioni di urina negativi agli oppioidi ( 74% vs 56%, P minore di 0.001; OR=2.30 ).

Alla settimana 78 ( circa 1 anno dopo la fine della fase di trattamento ), i tassi dei campioni di urina negativi agli oppioidi erano uguali ( 46% in ciascun gruppo, P=0.91 ).
I tassi di altre misure di esito secondarie prespecificate, come uso auto-referito di cocaina, alcol, e droghe per via endovenosa, sesso non-sicuro, e reincarcerazione, non sono risultati significativamente più bassi con Naltrexone a rilascio prolungato rispetto al trattamento usuale.

Nelle 78 settimane osservate, non ci sono stati eventi di overdose nel gruppo Naltrexone a rilascio prolungato, mentre ce ne sono stati 7 nel gruppo di trattamento usuale ( P=0.02 ).

In questo studio che ha coinvolto trasgressori della legge penale, il Naltrexone a rilascio prolungato era associato a un tasso di recidiva da uso di oppioidi inferiore a quello con il trattamento abituale.
Gli effetti di prevenzione dell’uso di oppioidi sono diminuiti dopo la sospensione del trattamento. ( Xagena2016 )

Lee JD et al, N Engl J Med 2016; 374: 1232-1242

Psyche2016 Farma2016


Indietro